Il mondo Immobiliare e i suoi piccoli “segreti”!

Ciao e benvenuta/o!

In questa pagina avrò il piacere di condurTi, articolo dopo articolo, lungo il percorso personale e professionale che mi ha condotto, nel giro di qualche anno, a fondare una mia Azienda in ambito extra-alberghiero e a trarre profitto, in almeno tre differenti modi, dalle opportunità che il mondo Immobiliare offre a ciascuno di noi.

Considera, per partire dalla giusta prospettiva, che 10 anni fa ero una normalissima dipendente di una normalissima azienda operante nel normalissimo mondo delle forniture per ufficio e, con il mio Marco, eravamo una normale coppia proprietaria dell’appartamento in cui viviamo e di un altro mini appartamento acquistato, con pesantissimo mutuo pluriennale, da “mettere a reddito” attraverso l’affitto a degli studenti universitari.

Negli anni successivi, con Marco abbiamo acquistato, sempre con accensione di mutui lunghissimi, altri due mini appartamenti in Milano, in zone strategicamente vicine alle Università e, dopo i pochi lavori necessari per renderli gradevoli e funzionali, li abbiamo affittati ad altri studenti universitari.

Per farla breve, questo “modello di investimento” ci dave più grattacapi che guadagni per una lunga serie di motivi: gli introiti dagli affitti erano in pratica assorbiti se non annullati dalle rate dei rispettivi mutui pluriennali; in più, ogni semestre avevamo l’incombenza di trovare nuovi studenti che affittassero le nostre unità abitative, che andassero d’accordo con gli studenti già presenti, che ci dessero “garanzia” di essere persone per bene e rispettose degli arredi e corredi messi a loro disposizione.

Oltre a tutto ciò, ogni appartamento richiede della continua manutenzione.
La nostra fortuna è che Marco, santo subito!, si è sempre reso disponibile per i normali interventi idraulici, elettrici e di ripristino della funzionalità di un’anta d’armadio o di una tapparella incastrata.
Questa fortuna però non ci fa scordare che, nel momento in cui Marco non potrà occuparsene, ogni intervento implicherà un costo, spesso non irrisorio, del professionista del caso.

E quindi?

Fatta un’adeguata analisi della situazione, ci siamo resi conto che l’unico lato positivo, ma positivo solo nel lungo periodo, era che ci stavamo “pagando” le proprietà immobiliari mese dopo mese. Per il resto, a ben guardare, i guadagni erano pressochè inconsistenti e troppo soggetti a fattori da noi non controllabili, quindi troppo a rischio.

Poichè Marco ed io siamo sempre alla ricerca di ogni possibile soluzione per consolidare le nostre entrate, abbiamo deciso di seguire dei corsi di alcuni professionisti del settore che promettevano di fornirci delle soluzioni alternative e “sostenibili”.

Non posso purtroppo dire che tutti questi corsi, tutti questi convegni, tutti questi workshop furono utili, interessanti o davvero risolutori, ma si sa… un po’ di selezione naturale è normale.

Solo mettendosi in gioco, uscendo dalla propria zona di confort, solo confrontandosi con interlocutori al di fuori della propria abituale cerchia di frequentazioni si può sperare di avere dei suggerimenti utili, di percepire una visione differente, di cogliere una prospettiva differente dalla propria e così è stato per noi.

Se vorrai, nei prossimi articoli sarò felice di condividere gli importanti insegnamenti che ho tratto da questo percorso, ancora pienamente in atto, e condurTi passo dopo passo lungo dei sentieri forse poco battuti ma assolutamente concreti e tangibili che mi hanno portato, già oggi, a trarre importanti e crescenti benefici dal mondo dell’Immobiliare.

Grazie, per ora, del tempo dedicatomi e… a presto!

Francesca!